Scuola di Farmacia e Nutraceutica

Università Magna Graecia di Catanzaro

C.I. Il governo degli animali da reddito

CdL Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali

Il Corso si propone di fornire elementi pratico-applicativi utili alla corretta valutazione igienica, gestionale e tecnica dell’azienda zootecnica con indirizzo produttivo latte e carne. Lo svolgimento del corso prevede, inoltre, la valutazione dei parametri strutturali e gestionali utili a definire una corretta gestione e benessere della specie/razza in produzione zootecnica attraverso la definizione di apposito modello di audit aziendale.

Modulo Docente CFU
Podologia Nicola Maria Iannelli 3
Governo degli animali da reddito Luigi Liotta 4
Collegamenti veloci:
Docente:
Nicola Maria Iannelli

SSD:
VET/09 - AGR/19

CFU:
7
Obiettivi del Corso e Risultati di apprendimento attesi

Al termine del corso lo studente acquisisce conoscenze relative ai sistemi di allevamento delle specie in produzione zootecnica ed alle implicazioni in ordine a qualità delle produzioni, benessere animale e salvaguardia dell'ambiente. In particolare lo studente è in grado di valutare quali aspetti strutturali e gestionali sono in grado di modificare la redditività dell'allevamento, la qualità del prodotto, il benessere animale, l'impatto ambientale ed adottare le necessarie strategie per migliorare tali aspetti e garantire l’adeguata valutazione e gestione del piede negli animali da reddito.  Ciascun studente deve conoscere e valutare la gestione del piede degli animali da reddito.

Programma

Procedure di sicurezza nella gestione degli animali da reddito - Climatologia e igiene zootecnica - Cenni sulla profilassi: disinfettanti e disinfestanti - Caratteristiche dei ricoveri per singola specie: bovini da latte e da carne, suini, ovini e caprini, bufalini - Cuccette per bovini da latte: tipologie, caratteristiche e dimensioni - Pavimentazione stalle: tipologie, caratteristiche, materiali - Produzione del latte: igiene della mammella e degli impianti di mungitura - Corretta detenzione degli equidi e governo della mano

Cenni di anatomia dell’arto del cavallo: Legamenti e vasi I principali nervi Anatomia scheletrica La struttura del piede e della mano La struttura del dito Gli appiombi: Caratteristiche dell’arto normale Esempi di conformazione difettosa Traiettoria del piede Le andature: Meccanica del movimento passo-trotto-ambio-galoppo Ferrature: Caratteristiche; Importanza Ferrature fisiologiche Ferrature terapeutiche Patologie del piede e correzione: Emincastellatura Chiovardo cartilagineo Ossificazione delle cartilagini complementari Setole (caratteristiche e trattamento) Malattia navicolare (eziologia- sintomatologia- diagnosi- radiologiaFormelle: alte- basse- eziologia- sintomi- terapia- ferratura Laminite, Navicolite Tendinopatia, Artropatia (eziologia- sintomatologia- terapia- ferrature) Fratture: Della falange prossimale Della falange intermedia Della terza falange Del processo estensorio della falange distale

Stima dell’impegno orario richiesto per lo studio individuale del programma

 In base al programma stilato ad alla tipologia di didattica fornita lo studente dovrà dedicare allo studio individuale 150 ore.

Metodi Insegnamento utilizzati

Lezioni frontali, Visite aziendali, Tirocinio, Esercitazioni

Risorse per l’apprendimento

Libri di testo Montemurro N., Igiene Zootecnica. Edagricole De Montis S., Edilizia Zootecnica. Edagricole Balasini D., Bovini e Bufali. Edagricole Giussani A., Il Latte di qualità. Edagricole Ulteriori letture consigliate per approfondimento www.crpa.it; www.assalzoo.it Altro materiale didattico Presentazioni tematiche in ppt.

Attività di supporto

Vengono tenuti seminari tematici presso le aziende zootecniche visitate durante il corso da parte dei responsabili zootecnici di produzio

Modalità di frequenza

Le modalità sono indicate dall’Art. 8 del Regolamento didattico d’Ateneo.

Modalità di accertamento

Le modalità generali sono indicate nel regolamento didattico di Ateneo all’art.22 consultabile al link http://www.unicz.it/pdf/regolamento_didattico_ateneo_dr681.pdf L’esame finale sarà svolto in forma orale I criteri sulla base dei quali sarà giudicato lo studente sono: Conoscenza e comprensione argomento Capacità di analisi e sintesi Utilizzo di referenze Non idoneo Importanti carenze. Significative inaccuratezze Irrilevanti. Frequenti generalizzazioni. Incapacità di sintesi Completamente inappropriato 18-20 A livello soglia. Imperfezionievidenti Capacità appena sufficienti Appena appropriato 21-23 Conoscenza routinaria E’ in grado di analisi e sintesi corrette. Argomenta in modo logico e coerente Utilizza le referenze standard 24-26 Conoscenza buona Ha capacità di a. e s. buone gli argomenti sono espressi coerentemente Utilizza le referenze standard 27-29 Conoscenza più che buona Ha notevoli capacità di a. e s. Ha approfondito gli argomenti 30-30L Conoscenza ottima Ha notevoli capacità di a. e s. Importanti approfondimenti