Scuola di Farmacia e Nutraceutica

Università Magna Graecia di Catanzaro

C.I. Elementi di zoologia e parassitologia per le aziende zootecniche e di trasformazione

CdL Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali

Il corso è incentrato sullo studio della morfologia, del ciclo biologico e dell’epidemiologia dei parassiti di maggior riscontro ed importanza in aziende zootecniche e di trasformazione. L'insegnamento della Zoologia avvicina lo studente allo studio del mondo animale del quale è tenuto a conoscere tutte le caratteristiche: morfologiche, fisiologiche, sistematiche con particolare riguardo verso la storia, l’evoluzione, le abitudini, i comportamenti. Il corso è incentrato inoltre sullo studio della morfologia, del ciclo biologico e dell’epidemiologia dei parassiti di maggior riscontro ed importanza in aziende zootecniche e di trasformazione. 

Modulo Docente CFU
Parassiti di interesse per le aziende zootecniche e di trasformazione Vincenzo Musella 5
Zoologia Francesca Trimboli 3
Collegamenti veloci:
Docente:
Vincenzo Musella
musella@unicz.it
0961-3695818‬
Edificio Bioscienze, Liv. 6 Stanza: n. 4
martedì 16:00-17:00

SSD:
VET/06 - BIO/05

CFU:
8
Obiettivi del Corso e Risultati di apprendimento attesi

L’obiettivo finale del corso è quello di fornire una preparazione di base che permetta di affrontare le principali parassitosi degli animali da reddito attraverso le conoscenze relative ai parassiti di interesse zootecnico, con particolare riferimento all'epidemiologia, al controllo e all'impatto socio-economico.

Alla fine del corso lo studente avrà raggiunto una conoscenza approfondita a vari livelli del mondo animale: organizzazione, funzioni e valori adattativi a partire dai microrganismi unicellulari fino alle specie più evolute; classificazione e filogenesi; etologia e comportamento; metodi di valutazione della biodiversità.

 

Programma

Programma Modulo di Zoologia:

La zoologia nell’ambito delle scienze biologiche. Origini della vita: teoria endosimbiontica e struttura procariote ed eucariota della cellula animale, organelli cellulari e loro funzioni. Tessuti animali: epiteliali, connettivi, muscolare, nervoso. Apparati (respiratorio, escretore, riproduttivo, endocrino) e sistemi (circolatorio, nervoso) organici.

Processi riproduttivi:

mitosi e riproduzione asessuale; meiosi e suo significato biologico; riproduzione sessuale; metagenesi; spermatogenesi e ovogenesi; fecondazione; partenogenesi; eterogonia; sessualità negli animali. Biodiversità. I sistemi di classificazione degli esseri viventi: la tassonomia.

Articolazione del Regno Animale nei diversi Phyla. Principali gruppi di invertebrati (Platelminti, Nematodi, Molluschi e Artropodi). Filogenesi, biologia e sistematica del Phylum Cordati, Subphylum dei Vertebrati con particolare riferimento alle specie di maggior interesse professionale ed economico della fauna Italiana ed Europea.

Programma Modulo di Parassiti di interesse per le aziende zootecniche e di trasformazione:

Parte generale

Rapporto di dipendenze fra gli organismi viventi, le associazioni biologiche - Definizione di parassita e di parassitismo - Habitat dei parassiti, tropismi - Vie di penetrazione nell’ospite, migrazioni interne e vie d’uscita dei parassiti - Gli ospiti definitivi, intermedi e non propri; serbatoi e vettori biologici - Azione patogena e reazioni dell’organismo - Concetto di immunità in parassitologia - Diagnosi parassitologica - I principali metodi per la raccolta e lo studio dei parassiti. 

Parte speciale

Biologia, vie di trasmissione, di diffusione e diagnosi dei seguenti parassiti o gruppi parassitari:

Giardia, Leishmania, Eimeria, Isospora, Cryptosporidium, Toxoplasma, Sarcocystis, Babesia, Theileria e Basnoitia. Haemonchus, Ostertagia, Trichostrongylus, Cooperia, Nematodirus, Chabertia, Oesophagostomu, Strongyloides, Trichuris, Trichinella, Dictyocaurus, Muellerius, Protostrongylus, Neostrongylus, Cystocaulus  Strongylus, Ciatostomi, Fasciola, Paramfistoma, Dicrocoelium  Tenia saginata, Tenia solium, Tenia hydatigena, Tenia multiceps, Dipylidium, Echinococco, Anoplocephala, Moniezia, Zecche, Pidocchi, Pulci, Acari (rogne)

Stima dell’impegno orario richiesto per lo studio individuale del programma

136 ore

Metodi Insegnamento utilizzati

Didattica frontale ed esercitazioni pratiche in campo ed in laboratorio

Risorse per l’apprendimento

TAYLOR-COOP-WALL, Parassitologia e malattie parassitarie degli animali, EMSI, Roma

S. PAMPIGLIONE E C. CANESTRI TROTTI, Guida allo studio della Parassitologia, Soc. Editr. Esculapio, Bologna.

MAPPE PARASSITOLOGICHE 14 - PARASSITI D’ITALIA – www.parassitologia.unina.it

 Laurence G. Mitchell John A. Mutchmor Warren D. Dolphin - Zoologia, Zanichelli, Bologna. 


Hickman, Larson, L’Anson -Fondamenti di zoologia.

Altro materiale didattico Diapositive delle lezioni.

Attività di supporto

E' prevista attività tutoriale di supporto alla didattica.

 

Modalità di frequenza

Non obbligatoria

 

Modalità di accertamento

Le modalità generali sono indicate nel regolamento didattico di Ateneo all’art.22 consultabile al link  

http://www.unicz.it/pdf/regolamento_didattico_ateneo_dr681.pdf

 

 

L’esame finale sarà svolto in forma orale

I criteri sulla base dei quali sarà giudicato lo studente sono:

 

 

Conoscenza e comprensione argomento

Capacità di analisi e sintesi

Utilizzo di referenze

Non idoneo

Importanti carenze.

Significative inaccuratezze

Irrilevanti. Frequenti generalizzazioni. Incapacità di sintesi

Completamente inappropriato

18-20

A livello soglia. Imperfezioni evidenti

Capacità appena sufficienti

Appena appropriato

21-23

Conoscenza routinaria

E’ in grado di analisi e sintesi corrette. Argomenta in modo logico e coerente

Utilizza le referenze standard

24-26

Conoscenza buona

Ha capacità di a. e s. buone gli argomenti sono espressi coerentemente

Utilizza le referenze standard

27-29

Conoscenza più che buona

Ha notevoli capacità di a. e s.

Ha approfondito gli argomenti

30-30L

Conoscenza ottima

Ha notevoli capacità di a. e s.

Importanti approfondimenti