Scuola di Farmacia e Nutraceutica

Università Magna Graecia di Catanzaro

BIOTECNOLOGIE NELL'IMAGING, NELLA MEDICINA LEGALE E NELLE FRODI ALIMENTARI

CdL Biotecnologie

il corso tratterà il ruolo delle più recenti applicazioni delle biotecnologie nell'ambito della medicina forense e della tossicologia forense con particolare riferimento alle procedure di sopralluogo, agli accertamenti tecnici ripetibili e non ripetibili, alle indagini di laboratorio forense come supporto al medico legale nelle indagini giudiziarie.Il corso di Chimica Organica - Proteomica si propone di fornire agli studenti le nozioni di base della Proteomica quale disciplina scientifica capace di fornire utili informazioni funzionali, strutturali e dinamiche riguardo al proteoma. Il corso mira anche all’apprendimento delle tecniche e delle possibili applicazioni della spettrometria di massa nella Proteomica.

Modulo e/o Codocenza Docente CFU
DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Giuseppe Lucio Cascini 2
CHIMICA ORGANICA-PROTEOMICA Rosa Terracciano 2
MEDICINA LEGALE Santo Gratteri 6
Docente:
Santo Gratteri
gratteri@unicz.it
09613697392
Edificio Liv-1, Edificio A Stanza: Obitorio Giudiziario del Policlinico Universitario di Germaneto
martedì dalle 15.00 alle 17.00 e giovedì dalle 9.00 alle 11.00

SSD:
MED/36 - CHIM/06 - MED/43

CFU:
10

Scuola di Farmacia e Nutraceutica - Data stampa: 19/07/2024

Obiettivi del Corso e Risultati di apprendimento attesi

Il corso di medicina legale tratterà il ruolo delle più recenti applicazioni delle biotecnologie nell'ambito della medicina forense e della tossicologia forense con particolare riferimento alle procedure di sopralluogo, agli accertamenti tecnici ripetibili e non ripetibili, alle indagini di laboratorio forense come supporto al medico legale nelle indagini giudiziarie. Gli obiettivi del modulo di Chimica Organica - Proteomica sono finalizzati all’apprendimento da parte dello studente dei principi fondamentali della spettrometria di massa e delle sue nuove promettenti applicazioni nel campo della Proteomica e in generale in ambito biotecnologico. Gli studenti dovranno conoscere i principi fondamentali della strumentazione, dei principali sistemi di ionizzazione e delle tecniche di separazione impiegate nella spettrometria di massa. Gli studenti dovranno inoltre essere in grado di interpretare uno spettro di massa e di conoscere le principali tecniche di identificazione e quantificazione delle proteine. Il corso prevede inoltre esercitazioni pratiche nei laboratori di informatica al fine di consentire agli studenti di apprendere l’utilizzo dei principali motori di ricerca e delle banche dati per l’identificazione delle proteine.

Programma

Programma modulo di Medicina legale:

Cenni sulla bioetica associata alle problematiche morali sollevate nell'interazione tra medico e paziente nel contesto della ricerca biomedica e della medicina altamente tecnologizzata, come la sperimentazione clinica dei farmaci, alla sospensione ed al rifiuto della terapia, all'eutanasiaattivae passiva, alla fecondazione medicalmente assistita, fino alla genomica, alla clonazione animale e umana, all'ibridazione del DNA animale e umano e all'uso sperimentale delle cellule staminali umane per il trattamento di pazienti colpiti da patologie. Definizione di biotecnologie come applicazione tecnologica che si avvale di sistemi biologici, di organismi viventi o di loro derivati, per realizzare o modificare prodotti o procedimenti per un uso specifico.La Medicina Legale oggi. Generalità sul nesso di causalità e sulla criteriologia medicolegale. Applicazioni delle biotecnologie nell'ambito della medicina forense: il sopralluogo giudiziario, le tecniche di rilevazione e di prelievo delle tracce biologiche latenti e non, diagnosi generica, diagnosi specifica, diagnosi individuale e diagnosi di sesso; le procedure di laboratorio genetico forense e relativo studio di RFLP, VNTR,STR, cenni sull'applicazione mitocondriale, le catene di custodia, le indagini di paternità, la violenza sessuale e le  indagini medico legali e di laboratorio, introduzione delle tecniche di BPA art. 359-360 cpp, art. 118 e 193 cpc, prelievo coattivo, consenso informato. Auopsia giudiziaria. Applicazioni di BPA. La lesività di natura chimica, la diagnosi di avvelenamento, l'analisi chimica nella tossicologia forense, introduzione, distribuzione, assorbimento ed escrezione dei tossici, sostanze stupefacenti e normativa italiana, alcool, oppiacei ed analgesici di sintesi, cannabis, cocaina e derivati, amfetamine e derivati, benzodiazepine, nuove molecole di sintesi di interesse tossicologico forense. Doping e danno da doping.

Programma modulo di Diagnostica per immagini: 

Sezione di radiodiagnostica:

Principi di radiologia convenzionale

Principi TC

Principi Ecografia

Principi RM

Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti

Radiobiologia

Principi di radioprotezione

MdCbaritati

MdCorganoiodati

MdC ecografici

MdC in risonanza

Come è strutturato un articolo scientifico

Come si struttura uno studio scientifico

 Sezione di radioterapia:

Fisica delle radiazioni

Apparecchiature e controlli di qualita’ in radioterapia(il simulatore di radioterapia, il simulatore tradizionale, il simulatore TC,tecniche di simulazione,telecobaltoterapia, acceleratore lineare, applicazioni cliniche del linac nella radioterapia moderna, unita’ speciali di trattamento in radioterapia: gamma-knife, cyber-knife, linac intraoperatorioradioterapia stereotassica/radiochirurgia)

Diagnostica per immagini correlata alle tecniche radioterapiche(teragnostica, imaging in radioterapia, fusione di immagini, elementi di radiobiologia)

Tecniche e protocolli in radioterapia (definizione delle regions of interest e prescrizioni internazionali, radioterapia con fotoni ed elettroni, tecniche di base,tecnicheconformazionali, tecniche essenziali di imaginginformedradiationtherapy, tecniche applicate con descrizione di “role of therapydisease, assesment of primarydisease, definizione di target volume, localizzazione, fieldarrangements, dose prescription” per i distretti:encefalo ed orl, mammella, polmone, esofago,urogenitale e retto).

 

Programma modulo di Chimica organica: 

Principi generali di Spettrometria di Massa

Massa Nominale, Massa Media, Massa Monoisotopica

Ione molecolare

Interpretazione di uno spettro di massa

Pattern di frammentazione

Principi e strumentazione, sorgenti di ioni, analizzatori, rivelatori TOF e Quadruplo, trappola ionica

MALDI: meccanismo di ionizzazione assistita da matrice, modalità lineare e reflector. Applicazioni.

ESI: meccanismo dell’electrospray. Applicazioni.

Il ruolo della Spettrometria di Massa nella Proteomica: Peptide Mass Fingerprinting.

Analisi LC-MS/MS. Modalità operativa in Massa Tandem.

Uso del motore di ricerca MASCOT per l’identificazione di proteine. Banche dati. Analisi di dati.

Spettrometria di massa quantitativa. Metodi di derivatizzazione chimica in Proteomica. Derivatizzazione con ITRAQ.

Tecniche derivatizzazione con ICAT vinil piridine. SILAC. Metodologia della Marcatura Metabolica.

Frammentazione CID. Interpretazione di spettri MS/MS. Analisi qualitativa-quantitativa in Proteomica.

Strategie Bottom-up, Middle-down, Top Down nell’analisi proteomica.

Il ruolo della chimica organica nella Proteomica.

Impegno orario complessivamente richiesto allo studente

170 ore di studio individuale 

Metodi insegnamento

Lezioni frontali 

Risorse per l'apprendimento

Testo consigliato modulo di Medicina Legale 

Compendio di tossicologia forense di E. Bertol Ed. Esculapio; Formarsi alla bioetica e al valore della vita di G. Russo Ed. La feltrinelli Si consiglia la lettura di Nuova enciclopedia di bioetica e sessuologia di G. Russo Ed. Elledici-Velar

Testo consigliato modulo di Chimica organica 

Jürgen H. Gross,  Mass Spectrometry: A Textbook Springer

Gary Siuzdak, Mass Spectrometry for Biotechnology

Attività di supporto

----------------------

Modalità di frequenza

Le modalità sono indicate dall’art.8 del Regolamento didattico d’Ateneo.

Modalità di accertamento

Le modalità generali sono indicate nel regolamento didattico di Ateneo all’art.22 consultabile al link http://www.unicz.it/pdf/regolamento_didattico_ateneo_dr681.pdf