Scuola di Farmacia e Nutraceutica

Università Magna Graecia di Catanzaro

C.I. BIOTECNOLOGIE DELLE ALIMENTAZIONI

CdL Biotecnologie

Il Corso Integrato di Biotecnologie nell’Alimentazionesi pone l’obiettivo dianalizzare i diversi tipi di alimenti,destinati all’uomo o agli animali da reddito,nella loro composizione in macro e micronutrienti con attenzione ai trattamenti tecnologici che ne condizionano l’apporto dei nutrienti; questi ultimi verranno classificati in base alle loro caratteristiche chimiche, proprietà nutrizionali, biodisponibilità dipendente da eventuali trattamenti.Particolare attenzione sarà dedicata al metabolismo energetico. Saranno fatti cenni alle principali patologie che insorgono in conseguenza di una alimentazione non corretta.Saranno inoltre illustrate le tecnologie che consentono la valutazione della composizione corporea ed il monitoraggio di parametri emato-chimici correlati all’alimentazione. Per quanto riguarda gli alimenti zootecnici, in particolare, saranno illustrati i principi e le tecniche per la produzione di alimenti di buona qualità da destinare agli animali da reddito, nonché l’utilizzazione digestiva di tali alimenti da parte dei monogastrici e dei ruminanti. Il corso sarà completato con la descrizione di sostanze utilizzabili ai fini del miglioramento della qualità delle produzioni (additivi per mangimi) e di quelle che, viceversa, rappresentano un rischio per l’animale e/o per il consumatore (sostanze indesiderabili).

Modulo e/o Codocenza Docente CFU
SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE Diego Russo 4
NUTRIZIONE E ALIMENTAZIONE ANIMALE Valeria Maria Morittu 4
SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE Agostino Gnasso 2
Docente:
Diego Russo
d.russo@unicz.it
0961-3694124
Edificio Bioscienza, Liv. 5 Stanza: n. 11
martedì 12:00-14:00

SSD:
MED/49 - AGR/18 - MED/50

CFU:
10

Scuola di Farmacia e Nutraceutica - Data stampa: 22/07/2024

Obiettivi del Corso e Risultati di apprendimento attesi

Il corso ha lo scopo di introdurre gli studenti allo studio dei fattori e meccanismi che determinano lo stato nutrizionale nell’uomo; saper identificare e classificare nutrienti e prodotti nutraceutici presenti negli alimenti; le tecniche e i metodi di valutazione bromatologica e nutrizionale degli alimenti destinati agli animali da reddito, nonché i processi di produzione e conservazione degli alimenti zootecnici; conoscere la struttura e la funzione delle molecole biologiche che compongono i macro e micronutrienti e le basi del metabolismo; conoscere i principali trattamenti biotecnologici in uso per migliorare gli aspetti nutrizionali dei diversi alimenti ed anche al fine di analizzare lo stato 
nutrizionale. Comprendere le ricadute, in termini di patologia, di un’alimentazione non corretta. 
Conoscere le principali tecniche per la valutazione dello stato nutrizionale, del metabolismo energetico, delle variazioni dei parametri emato-chimici in conseguenza dell’alimentazione e dell’attività fisica.

Programma

Alimenti e principi nutritivi. Macro e micronutrienti. Carboidrati. Lipidi. Proteine. Acidi nucleici. Vitamine. Sali minerali. Acqua. Alimenti. Bevande alcoliche e nervine. Bilancio energetico. Metabolismo. Biotecnologie in uso nella determinazione dell’apporto e consumo calorico e nello studio dello stato nutrizionale. Tecniche per la valutazione della composizione corporea. Tecniche per la valutazione delle variazioni emato-chimiche influenzate dall’alimentazione. Analisi chimica-bromatologica degli alimenti zootecnici.Approfondimenti sulla fibra e sul suo ruolo nutrizionale nei monogastrici e nei ruminanti. Richiami di fisiologia della digestione nei monogastrici e nei ruminanti.Digeribilità degli alimenti: definizione, tecniche di misurazione. Digeribilità apparente e digeribilità vera. Fattori che influenzano la digeribilità. Valore energetico e valore proteico degli alimenti zootecnici. Classificazione degli alimenti zootecnici. Fienagione. Insilamento. I concentrati.Gli additivi per mangimi. Le sostanze indesiderabili. Trattamenti tecnologici e preparazione industriale dei mangimi composti.

Impegno orario complessivamente richiesto allo studente

L'impegno orario è stimato in 250 ore, di cui 80 di attività in presenza e 170 di studio individuale. 

Metodi insegnamento

Attività frontali.

 

 

Risorse per l'apprendimento

Testi consigliati:
Costantini, Cannella, Tomassi – Fondamenti di nutrizione umana – Il pensiero Andreoli – Fisiologia e Nutrizione umana – Soc. Ed. Esculapio
Antongiovanni M., Buccioni A., Mele M.: Nutrizione e alimentazione degli animali in produzione zootecnica. Bovini, suini e polli, Edizioni Edagricole, Bologna, 20 giugno 2019.

Saranno resi disponibili articoli scientifici su argomenti trattati.

Attività di supporto

E' prevista attività tutoriale di supporto alla didattica.

Modalità di frequenza

Le modalità di frequenza sono determinate dal Regolamento del Corso di Laurea.

Modalità di accertamento

Le modalità generali sono indicate nel regolamento didattico di Ateneo all’art.22 consultabile al link http://www.unicz.it/pdf/regolamento_didattico_ateneo_dr681.pdf

 

L’esame finale sarà svolto in forma scritta (quiz a risposta multipla) e, se le regole dell’ateneo in misura di sicurezza non lo dovessero consentire, orale*.

I criteri sulla base dei quali sarà giudicato lo studente sono:

numero di risposte esatte pari ai 6/10 per il superamento dell’esame e corrispondente al voto finale in trentesimi dopo eventuale correzione sulla base del numero delle domande.

 

*criteri di valutazione della prova orale, qualora non fosse possibile effettuare l’esame in forma scritta:

 

 

Conoscenza e comprensione argomento

Capacità di analisi e sintesi

Utilizzo di referenze

Non idoneo

Importanti carenze sulla struttura e funzione delle cellule, di ampie incomprensioni delle regole che governano la vita della cellula.

Significative inaccuratezze, ampie parti del programma non svolte o svolte in maniera superficiale.

Irrilevanti. Frequenti generalizzazioni. Incapacità di sintesi.

Completamente inappropriato

18-20

Comprensione sufficiente ma superficiale. Imperfezioni evidenti.

Capacità di sintesi appena sufficienti.

Appena appropriato

21-23

Conoscenza routinaria

Capacità di analisi e di sintesi corrette. Esposizione delle argomentazioni in modo logico e coerente.

Utilizza le referenze standard

24-26

Conoscenza buona

Ha capacità di analisi e sintesi buone; gli argomenti sono espressi coerentemente.

Utilizza le referenze standard

27-29

Conoscenza più che buona

Ha notevoli capacità di analisi e sintesi.

Approfondimento degli argomenti

30-30L

Conoscenza ottima

Ha notevoli capacità di analisi e sintesi

Importanti approfondimenti